venerdì 15 ottobre 2010

A lavender Wedding – Valentina e Marcello 10 -09 -10


Il post di oggi è un post speciale. Lo è sia perché è il primo matrimonio dal vero, dopo il mio, per cui scrivo un post, sia perché il matrimonio e gli sposi sono davvero specialissimi!
Quando Valentina mi contattò per la fornitura dei confetti per la confettata, capii subito che dietro lo schermo c’era una persona dinamica, spiritosa ed innamoratissima che mi parlava. E come poteva  essere diversamente?! Valentina vive e lavora a Londra come assistente commerciale presso la Rogers Stirk Harbour + Partners, ossia uno degli studi di architettura più grandi d’Europa, che costringe tutti i dipendenti ad orari di lavoro massacranti. E nonostante ciò, Valentina è riuscita ad organizzare un matrimonio bellissimo. Suo marito vive a Londra e lavora come architetto.
Oltre al tema architettura in comune, poco dopo Valentina mi ha confessato di avere la lavanda come tema! Il perché ve lo lascio spiegare da lei con parole dolcissime “La lavanda segna il mio passaggio dall’essere bambina (non mi piaceva) ad essere donna (la amo). E’ un essenza romantica, che sa di passato e famiglia, forte e persistente, accogliente e donna.. .Da quando ho iniziato ad amarla, (a mio marito e’ sempre piaciuta), ho sempre desiderato andare in vacanza in Provenza, nei campi di lavanda. Adoriamo entrambi il viola e volevamo dare a quel giorno un aspetto un po particolare…poco ingessato, un po romantico, semplice e pulito, come la lavanda, come noi..”
Mi ha poi comunicato la data del matrimonio: 10-09-10…due mesi esatti dopo il mio! Altra coincidenza l’amore per il numero 10,  ed il suo ha un’altra storia romantica da raccontare: “Stiamo assieme dall’anno 2000 e questo era il nostro decimo anno assieme.. ci siamo conosciuti sul bus numero 10 che ci portava alle superiori.. per questo ci sentiamo molto legati al numero 10”
E dopo questo ampio e dolcissimo preambolo, vi lascio alle foto che  spero tanto vi piaceranno.













Su ogni tavolo c'era una cornice con una poesia. Sul tavolo degli sposi questa poesia:

"L'amore è una pazzia temporanea,
erutta come un vulcano e poi si placa,
e quando accade bisogna prendere una decisione.
Devi capire se le vostre radici si sono intrecciate
al punto da rendere inconcepibile una separazione.

Perchè questo è l'amore.

Non è l'ardore, l'eccitazione, le imperiture promesse d'eterna passione,
il desiderio di accoppiarsi in ogni minuto del giorno.
Non e’ restare sveglia la notte
A immaginare che lui baci ogni angoletto del tuo corpo.
Questo è semplicemente essere innamorati,
una cosa che sa fare qualunque sciocco.

L'amore è ciò che resta quando l'innamoramento si è bruciato;
ed è sia un arte sia un caso fortunato.
Coloro che si amano veramente
hanno radici che si protendono sottoterra l'una verso l'altra
 e quando tutti i bei fiori cadono dai rami,
scoprono che sono un albero solo, non due. “

tratta da “Il mandolino del capitano corelli” di Louis de Bernières

5 commenti:

  1. ciao eider, finalmente ho ritrovato il tuo blog! sono cheescake del forum! troppo belle le foto, ma soprattutto il fatto che dietro ogni matrimonio c'è una persona e una storia speciale, e ognuno ha la sua, diversa, unica..complimenti a valentina!
    un bacio
    Giulia

    RispondiElimina
  2. bellissimo matrimonio!
    Annalisa

    RispondiElimina
  3. Ciao!! intanto lascio un commento qua!!! vale, bellissima!! e tu che avevi dubbi di non riuscire a fare tutto e che il poco venisse male...è tutto strabellissimo!!complimenti davvero!!!

    lù complimenti anche a te! ma tanto sai già che hai tutta la mia stima!!

    bacio ad entrambe
    Sole

    RispondiElimina
  4. Vale, tu che avevi paura... Ma ti rendi conto di com'è bello tutto????

    Auguri per il matrimonio e complimenti per come hai curato il tutto.

    nanu

    RispondiElimina